Progetto Prisma
Promosso da Rete degli Universitari Bologna, “Progetto Prisma” è un laboratorio che ha voluto coinvolgere attivamente gli studenti riguardo alla trattazione di questioni di genere e LGBT, con l’obiettivo di iniziare e sviluppare insieme un percorso che avesse come prima tappa la prossima giornata mondiale contro l’omofobia del 17 maggio 2015. Lo spunto di partenza è stato capire il modo migliore per fare da un lato informazione e comunicazione, dall’altro educazione e formazione, lasciando liberi i partecipanti di interrogarsi su come sia meglio elaborare e sviluppare i due binomi nella propria area di studio e di interesse, condividendo le proprie idee e i propri dubbi e interrogandosi insieme su cosa ci sia bisogno di fare e come sia meglio realizzarlo. Dopo due anni di intenso lavoro e dopo aver affrontato moltissimi aspetti delle tematiche LGBT, da molteplici angolature e punti di vista, abbiamo capito che era il momento di andare oltre, inserendoci nel più vasto spettro dei diritti umani (o semplicemente dei diritti). Volevamo andare alla ricerca di nuove intersezioni e di nuove storie da raccontare, comunicando prima di tutto umanità e giustizia. Abbiamo scelto il nome “ Progetto prisma” per sottolineare l’aspetto poliedrico e multidisciplinare del progetto e per trasmettere l’immagine di una questione complessa che però può essere scomposta in tante parti, ciascuna con la sua direzione, ma tutte con la medesima origine.
Chi siamo
Daniele
Laureato in Filosofia all'Università di Bologna, prosegue gli studi in Scienze Internazionali a Torino. Per Progetto Prisma ha curato gli incontri di ambito filosofico e di studi di genere. Daniele, tra le mille cose che gli turbinano in testa, collabora con la rivista Dianoia.
Lidia
Dopo essersi laureata in Scienze Politiche all'Università di Bologna, ha proseguito i suoi studi in Relazioni Internazionali sempre a Bologna, città che difficilmente pensa di abbandonare. Coordina Progetto Prisma, a cui ha dato vita nel novembre del 2014. Ha curato diversi incontri e nei suoi anni di attività si è occupata di immigrazione LGBT, organizzando il seminario “Migro perché sono” all'interno del suo corso di laurea.
Jasmine
Studentessa di Giurisprudenza all'Università di Bologna, Jasmine ha trovato in Progetto Prisma uno spazio in cui esercitare il suo spirito civico e il suo animo da giurista. In particolare, per Progetto Prisma ha seguito il rapporto con Rete Lenford – Avvocatura per i diritti LGBTI, organizzando diversi incontri sugli aspetti giuridici delle tematiche LGBT.
Valentina
Valentina, trasferitasi a Bologna per intraprendere gli studi in Giurisprudenza, viene a contatto con Progetto Prisma ancora ai suoi inizi. Diventa presto parte attiva del Progetto, con l'obiettivo di rendere la realtà sociale il più inclusiva possibile. Con Progetto Prisma si applica, infatti, per far fronte a ogni tipo di discriminazione, pregiudizio e preconcetto socio-culturale.